L'atletica leggera vista dagli appassionati
 

[lunghetto] Due settimane di stelle, in tutti i sensi

VonKappel 9 Nov 2015 17:11
In queste ultime due settimane ho visto stelle, inferi e di nuovo stelle,
e non solo in termini di risultati ma amche nel senso figurato del dolore.
Due settimane fa avevo fatto il mio personale sulla mezza, chiudendo in 1h34'24"
dopo una partenza infelice in fondo al gruppo dei competitivi (circa 500).
Il giorno dopo, nel fare il solito day after a RM sui 12 km, tra il km 6 e 7 ho
rimediato una seria contrattura al bicipite femorale della gamba destra,
iniziato
subito come un fasti***** come accade mille mila volte e poi traformatosi
lentamente
in dolore giro dopo giro, col risultato di trovarmi, ore dopo, sul divano con
il muscolo dolorante.
Vi confesso che la notte ho dormito malissimo in preda allo sconforto perche',
all'inizio dell'anno, durante una catena d'infortuni durata mesi, una
contrattura
simile non curata si trasformo' in qualcosa di ben piu' serio, non ben
identificato,
tra stiramento o cos'altro, ma con un dolore decisamente vivo per giorni
obbligandomi
a 10 giorni di stop assoluto con un rientro molto graduale.
Insomma, sembrava un film gia' visto.
E quindi riposo + Brufen + muscoril fino al sabato, dov'era previsto il secondo
lunghissimo (32km)
Il sabato, fisicamente, non ho avvertito particolare fasti***** e, complice la
giornata
climaticamente perfetta, sono partito col solito entusiasmo dei miei lunghi in
solitario, cercando il controllo completo fin da subito.
Ma qualcosa, quel giorno, non stava girando come al solito, ed avvertivo un po'
troppa fatica nel correre ai 5'/km.
La FC era un po' alta, ma era la sensazione di mancanza d'energia quella che
mi preoccupava di piu'.
Il risultato finale e' stato disastroso, finendo, senza mai tirare, in
deplezione di glicogeno tant'e' che al km 30, saggiamente, mi sono fermato ed
ho camminato, con enorme fatica muscolare, fino a casa per i restanti 2 km.
Avrei dovuto fermarmi prima, ben prima, ma avrei vanificato l'allenamento che
giudico piu' importante per una maratona, e poi, che vuoi che sia un po' di
fatica?
Ma al km 30 ero andato davvero oltre.
A casa ho vomitato i sali, forzatamente presi nonostante la nausea e solo tre
ore dopo lo stomaco si' e' un po' aperto consentendomi di alimentarmi.
Non mi ero mai trovato in quella condizione, e da quando corro mai avevo provato
una crisi del genere.
Se fosse successo in maratona sarei stato costretto al ritiro, perche' non avrei
potuto camminare per un altro chilometro ancora tanto era il vuoto d'energie.
In fondo, io non prendo mai alla leggera nulla, figuriamoci un lungo del genere
in preparazione ad una maratona, quando giusto tre settimane prima, nel primo
lungo
di 30km, avevo fatto una sorta di progressivo chiudendo gli ultimi km a un ritmo
inferiore a RM finendo benissimo e in controllo e anche qella fatta esattamente
dopo una mezza tirata la settimana precedente.
Non era possibile che mi fosse successo. no, dai, era uno scherzo...
La botta fisica e mentale e' stata fortissima.
La notte l'ho passata tutto sommato bene e il bicipite femorale era leggermente
dolente ma niente di che, tant'e' che al risveglio stavo pensando di uscire con
gli altri compagni maratoneti per fare qualche chilometro "di conforto".
Alla fine ho rinunciato e sono stato "a cimiteri" approfittandone (...) per fare
una camminata salutare.
Pian piano, invece, si e' presentato il conto della deplezione, con contratture
varie sparse on po' ovunque nelle gambe compreso il solito bicipite femorale,
"quel maledetto".
Avevo fatto decisamente bene a non uscire la mattina, o forse no, chi lo sa.
Comunque le contratture me le sono alla fine pertate avanti tutta la settimana
scorsa.
Quattro giorni di riposo e poi mercoledi' ho fatto 7km per saggiare la
condizione
correndo comunque vivacemente cercando di essere leggero e rotondo nei
movimenti,
e stessa cosa per il giorno dopo aumentando un po' il chilometraggio, con un
"orecchio"
sempre al bicipìte, pronto a coglierne il lamento.
Dovevo fare almeno 15, ma mi sono fermato ben prima.
Era il momento giusto per dire: ora faccio almeno una pausa di 7 giorni.
Almeno.
Almeno, certo.
Almeno un ******* ieri c'era una 10 km, e quindi ******* non so resistere"
e pur senza un allenamento specifico, col bicipite che si stava riaddormentando
e chiedeva solo di non essere disturbato, sono andato confidando nel motore
aerobico che scalpitava come non mai.
Il risultato e' stato il personale in 42:49, sun percorso piatto, misurato
FIDAL,
con 2km di strada bianca, corso col cuore piu' che con la testa, con un buon
chilometro finale a testimonianza del periodo forma.
https://connect.garmin.com/activity/950647620
Ma la cosa piu' bella e' che durante la corsa il bicipite ha fatto quasi il
bravo,
e s'e' solo lamentato un pochetto al termine.
Oggi gli concedo un giorno di pausa, ma domani deve tornare a lavorare, quello
sfaticato, perche', nel caso non lo sapesse, fra poco piu' di un mese c'e' la
maratona, e continuando a macinare cosi' pochi chilometri rischiamo seriamente
di finire lessi entrambi, io e "lui".

--
https://www.youtube.com/user/natalinobalasso/featured
Usodimare 9 Nov 2015 17:23
Il 09/11/2015 17:11, VonKappel ha scritto:

> Oggi gli concedo un giorno di pausa, ma domani deve tornare a lavorare, quello
> sfaticato, perche', nel caso non lo sapesse, fra poco piu' di un mese c'e' la
> maratona, e continuando a macinare cosi' pochi chilometri rischiamo seriamente
> di finire lessi entrambi, io e "lui".
>

Amico mio, ma a quanto la vuoi fare 'sta maratona? E soprattutto, ma
come ti viene in mente di fare un lunghissimo dopo una mezza così
tirata, una contrattura, assunzioni di farmaci etc etc ?

Il lunghissimo lo devi fare circa 30 sec. piu' lento del RM.

Con il tuo risultato sulla mezza direi che puoi fare la maratona a
4'50/5. Come pensi di fare un lunghissimo a 5?

Ovvio che schioppi...

Ciao

Giuseppe
NapoliRun 9 Nov 2015 21:43
> Il risultato e' stato il personale in 42:49, sun percorso piatto,
misurato FIDAL,
> con 2km di strada bianca, corso col cuore piu' che con la testa, con un buon
> chilometro finale a testimonianza del periodo forma.
> https://connect.garmin.com/activity/950647620

LOL
Leggendo mi stavo quasi preoccupando seriamente,...
Poi alla fine mi sono visto l'ultimo km in 4'07 alla faccia del ******* (cit.)
Che ti devo dire, sei un pazzo incosciente !
:)
VonKappel 10 Nov 2015 14:21
Usodimare,

> Il 09/11/2015 17:11, VonKappel ha scritto:
>
>> Oggi gli concedo un giorno di pausa, ma domani deve tornare a lavorare,
quello
>> sfaticato, perche', nel caso non lo sapesse, fra poco piu' di un mese c'e'
la
>> maratona, e continuando a macinare cosi' pochi chilometri rischiamo
seriamente
>> di finire lessi entrambi, io e "lui".
>>
>
> Amico mio, ma a quanto la vuoi fare 'sta maratona? E soprattutto, ma come ti
viene in mente di fare un lunghissimo
> dopo una mezza così tirata, una contrattura, assunzioni di farmaci etc etc ?

La cosa non prevista e' stata la contrattura.
E poi, visto che non avreoi per 5 giorni, ho cercato di alimentarmi
un po' meno, e forse ha influito anch'esso.

> Il lunghissimo lo devi fare circa 30 sec. piu' lento del RM.

Guarda, qui io sono della filosofia di Albanesi.
http://www.albanesi.it/corsa/lunghiss.htm
E non solo lui, ovviamente, ma penso che un lunghissimo debba essere corso con
uno scarto finale di massimo 5"/10" rispetto al RM.

Anche Massini ne parla, ossia di un lungo variato
http://www.fulviomassini.com/il-lunghissimo-potente/

Ed e' quello che, piu' o meno, ho fatto un mese fa nel primo lunghissimo
https://connect.garmin.com/activity/924567465

> Con il tuo risultato sulla mezza direi che puoi fare la maratona a 4'50/5.

Si', la forbice e' esattamente quella.
Punto a stare sotto le 3h30' usando la zucca.

> Come pensi di fare un lunghissimo a 5?
> Ovvio che schioppi...

Diciamo che anche l'anno scorso avevo fatto cosi', ossia due lunghissimi la
settimana
dopo mezze tiratissime e cosi' anche nel primo lungo di quest'anno citato sopra.
Poi l'anno scorso mi ero sfasciato un ginocchio, ma questo e' un altro problema.

Comunque, con la sarcopenia mi hai fatto riflettere parecchio.
Se insisti anche qui va a finire che il terzo lungo in previsione fra 10 giorni
lo correro' ai 5'30".

--
https://www.youtube.com/user/natalinobalasso/featured
VonKappel 10 Nov 2015 14:24
NapoliRun,

>> Il risultato e' stato il personale in 42:49, sun percorso piatto,
> misurato FIDAL,
>> con 2km di strada bianca, corso col cuore piu' che con la testa, con un buon
>> chilometro finale a testimonianza del periodo forma.
>> https://connect.garmin.com/activity/950647620
>
> LOL
> Leggendo mi stavo quasi preoccupando seriamente,...
> Poi alla fine mi sono visto l'ultimo km in 4'07 alla faccia del ******* (cit.)

Ho messo in pratica quello che dice MAX: quando non ne hai piu', spingi piu'
forte!

> Che ti devo dire, sei un pazzo incosciente !
> :)

(sono un imbecille, ed e' questo il termine esatto, ma non ci posso fare
nulla...)


--
https://www.youtube.com/user/natalinobalasso/featured
Usodimare 11 Nov 2015 11:22
Il 10/11/2015 14:21, VonKappel ha scritto:

> Comunque, con la sarcopenia mi hai fatto riflettere parecchio.
> Se insisti anche qui va a finire che il terzo lungo in previsione fra 10
giorni
> lo correro' ai 5'30".
>

5'30" e' un pelino lento secondo me. Io lo farei sui 5'15"/5'20" di
media, magari con variazioni intervallate a ritmo maratona e recuperi
conseguenti.

Ribadisco il mio pensiero: correre al ritmo maratona e' molto
impegnativo e io al massimo ci ho fatto una gara da 30K (gara, non
allenamento) preparatoria, ovvero la 30 del mare. Gara ben distante
dalla maratona.

A ritmo maratona io ci correrei non piu' di 27/28 km, ma piu' che come
lunghissimo come allenamento di qualità con ripetute lunghe e ritmo
finale complessivo pari o leggermente superiore ad RM.

Per mettere su km basta correre a lungo, non troppo veloce. Io comunque
nelle ultime 3 maratone avevo abolito i lunghissimi mantendendo alto il
volume km e privilegiando la qualita'. Ne ho tratto grande beneficio.

E' impossibile o perlomeno massacrante, a mio modesto avviso, correre un
lunghissimo (32-36K) a RM.

Ciao

Giuseppe

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

L'atletica leggera vista dagli appassionati | Tutti i gruppi | it.sport.atletica | Notizie e discussioni atletica | Atletica Mobile | Servizio di consultazione news.