L'atletica leggera vista dagli appassionati
 

Dietro le quinte di una mezza maratona

Gert dal pozzo 22 Feb 2016 13:27
Ieri ho fatto l'esor***** da dirigente di un comitato organizzatore
da ottobre sono vicepresidente della mia storica società podistica.
ruolo moolto faticoso, e siamo solo una piccola società uisp di poco più
di 100 iscritti
poi organizziamo questa mezza maratona, ormai 13 edizioni.
Ci ho sempre collaborato, ma essere sul pezzo e in prima fila è altra
cosa, altra responsabilità, altra tensione
e tocchi con mano ogni minima cavolata che però è importantissima,
perchè per far funzionare bene una gara tutto deve girare alla
perfezione, basta sbagliare un dettaglio - tipo, non presidiare un
incrocio anche se piccolo perchè l'addetto ha avuto un problema
dell'ultimo minuto - e tutto può andare a catafascio. poi c'è la
passeggiata, la scarpinata breve, la corsa dei bambini... oltre 2000
persone cui badare

poi capita l'imponderabile, o quasi
sei all'arrivo che attendi il primo della gara, nel mentre ci dicono via
telefono che un podista è crollato per terra, che ha un infarto e che è
gravissimo. La notizia è drammatica, ma non puoi chiamare tu i soccorsi,
nè sai dove è successo... puoi solo sperare di aver curato ogni aspetto
anche per la sicurezza, e sperare poi nel destino

destino sotto forma di 3 runner, 2 medici e un volontario soccorritore
esperto, che a quanto mi raccontano vedono che era appena stato sdraiato
da un mio compagno di squadra che controllava il percorso. in meno di un
minuto dall'evento verificano l'arresto car*****respiratorio, chiamano i
soccorsi e iniziano da soli, da sudati e stanchi, il massaggio cardiaco.
destino sotto forma di un coordinatore della croce rossa che per la gara
aveva previsto un volontario in bici con defibrillatore nello zaino.
prontamente contattato, il volontario porta lo strumento ai podisti che
lo azionano, e il podista malato riprende conoscenza, subito prima di
essere portato in ambulanza al pronto soccorso
il destino ci ha messo lo zampino, ma si può essere comunque contenti di
avergli facilitato la strada. so che per quanto ha avuto è in condizioni
critiche.

poi tutto il resto funziona a meraviglia, la gente è contenta, sanno
della tragedia sfiorata ma anche che i soccorsi sono stati pronti.


quando correte una gara, pensate che il fatto che tutto vada liscio non
viene gratis. c'è il lavoro, la fatica, ore rubate al sonno e ai propri
cari. se il prezzo vi sembra alto, non pensate che qualcuno voglia farci
i soldi. Pensate invece che niente viene gratis: una transenna che
vedete sul percorso non è gratis, nè lo speaker, nè una ambulanza in
più, non lo è una fettuccia di segnalazione, nè una banana al ristoro,
nè un gazebo. E anche un soccorritore volontario col defibrillatore
nello zaino ha un costo.
E che non tutti gli organizzatori hanno mastodontici aiuti finanziari. O
meglio, gli sponsor ce li abbiamo pure noi, e pure gli agganci politici
locali, ma il minimo indispensabile senza cui non andresti avanti e non
potresti nemmeno iniziare; la concorrenza ha ben altro.

Ci sono tante cose in una gara, di cui non si usufruisce mai, di cui
non ci accorgiamo... finchè non servono a qualcuno

Poi ti capita anche che lo sponsor un pò latita ma comunque ti porta un
campionissimo, che ti ricordi una mattina di taaaanti anni fa quando
iniziavi a correre vedesti in tivu, una canotta bianca baluginare nel
cielo coreano mentre iniziava una rimonta che l'avrebbe portato all'oro
olimpico e te felice che lo incitavi e saltavi... ci fai una foto veloce
con altri dello staff, gli passi la coppa con cui premierà i vincitori,
neanche un selfie ma va benissimo così, sono le piccole cose che
riempiono di emozione chi è felice di vedere la gente essere contenta di
poter correre e gareggiare

vabbè, sto ancora lavorando, i social network son presi d'assalto e
fanno audience, il giorno prima hai scambiato messaggi e hai convinto a
correre quello che poi ha vinto, poi il giorno dopo devi rispondere a
tutti, alle centinaia che ti ringraziano, a quello che ha perso la
maglietta con cui ha corso la sua prima maratona e ti implora di
ritrovarla, a quelli che vogliono sapere come sta il podista che ha
rischiato la vita...
e devo ancora metter mano al comunicato stampa...

E niente, è bello correre, ma è bellissimo anche far correre la gente in
sicurezza. Però correre è più bello ancora, devo dimagrire. ora vado ad
allenarmi
Gert dal pozzo 22 Feb 2016 14:31
Gert dal pozzo <18983invalid@mynewsgate.net> ha scritto:

cut

dimenticavo:
ti capita una exISAna di Roma che viene alla tua gara, ne esce
contentissima, ma è nulla rispetto alla storia che racconta sulla sua
compagna di squadra, che pure lei ha finito i 21km e ti spiace di non aver
conosciuto di persona
(chi conosce simona potrà trovare la storia su facebook)

nel mentre, il lavoro organizzativo non smette:
da pioniere del trail, mi trasformo in organizzatore. spero di saper
sfruttare la mia quasi decennale esperienza

ah un grazie a Galet per qualche dritta su wordpress
(vabbè mi faccio della pubblicità www.trailmulinaccio.it )
Jk 22 Feb 2016 14:50
Il 22/02/2016 13.27, Gert dal pozzo ha scritto:
> Ieri ho fatto l'esor***** da dirigente di un comitato organizzatore
CUT
> E niente, è bello correre, ma è bellissimo anche far correre la gente in
> sicurezza. Però correre è più bello ancora, devo dimagrire. ora vado ad
> allenarmi


grazie, hai reso piuttosto bene la fatica l' emozione e la soddisfazione.
grande.
Pagliotz 22 Feb 2016 15:58
Il 22/02/16 13:27, Gert dal pozzo ha scritto:

> Ieri ho fatto l'esor***** da dirigente di un comitato organizzatore

Linko questi tuoi pensieri ad un po' di gente... Magari anche al c*****e
di Telegram dei Trailrunners Finale. Anche se si tratta di asfalto,
credo che le tue parole possano essere utili anche ad altre tipologie di
gare!

Bravo, ci vediamo sabato sulle alture delle 5 Terre! ;-)

Pagliotz.
Admarc 22 Feb 2016 18:09
Il 22/02/2016 13:27, Gert dal pozzo ha scritto:
> Ieri ho fatto l'esor***** da dirigente di un comitato organizzatore
> da ottobre sono vicepresidente della mia storica società podistica.


Complimenti! Per il lavoro fatto e per come lo hai raccontato.
Nel mio (molto) piccolo, con diversi ruoli (bracciante, presidente,
vicepresidente, ora di nuovo bracciante anche se consigliere) ho avuto
ruoli organizzativi nella nostra società sportiva; ho ben stampata in
mente la tensione dei periodi organizzativi, specialmente negli 8 anni
da presidente, in cui la responsabilità di ogni aspetto alla fine ricade
su di te, anche se hai cercato di delegare il più possibile..
Sarei dell'idea che questi incarichi vengano assegnati a rotazione a
tutti: forse si guarderebbe con occhi diversi alle varie gare, quando
magari un dettaglio non gira esattamente nel verso giusto e si è portati
(anche giustamente) a lamentarsi..




---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus


--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: news@netfront.net ---
Mauro55 22 Feb 2016 22:03
Il Mon, 22 Feb 2016 12:27:56 GMT, "Gert dal pozzo"
<18983invalid@mynewsgate.net> ha scritto:

.......Cut

>E niente, è bello correre, ma è bellissimo anche far correre la gente in
>sicurezza. Però correre è più bello ancora, devo dimagrire. ora vado ad
>allenarmi
>
>

Far correre la gente è faticosissimo.
Quanto hai scritto andrebbe fatto leggere ogni domenica mattina ai
"podisti del lamento.... pre-durante e post gara"

Prima o poi tornerò a correre da te!

Ciao
Mauro55
Gert dal pozzo 22 Feb 2016 22:04
Il Mon, 22 Feb 2016 18:55:57 +0100, Riccardo ha scritto:

> Quindi hai incontrato Simona o......... una sua compagna ( Girasole?
> ) ) ? :-O

yes, se la cerchi su fb leggi questa storia di questa sua amica tosta
NapoliRun 24 Feb 2016 21:19
Gert dal pozzo <18983invalid@mynewsgate.net> ha scritto:

> Ieri ho fatto l'esor***** da dirigente di un comitato organizzatore

Da guru del run a guru della "organize" run :-)
#benfatto
VonKappel 25 Feb 2016 15:23
Gert dal pozzo,

> Ieri ho fatto l'esor***** da dirigente di un comitato organizzatore
> da ottobre sono vicepresidente della mia storica società podistica.
> ruolo moolto faticoso, e siamo solo una piccola società uisp di poco più
> di 100 iscritti
> poi organizziamo questa mezza maratona, ormai 13 edizioni.
> Ci ho sempre collaborato, ma essere sul pezzo e in prima fila è altra
> cosa, altra responsabilità, altra tensione
> e tocchi con mano ogni minima cavolata che però è importantissima,
> perchè per far funzionare bene una gara tutto deve girare alla
> perfezione, basta sbagliare un dettaglio - tipo, non presidiare un
> incrocio anche se piccolo perchè l'addetto ha avuto un problema
> dell'ultimo minuto - e tutto può andare a catafascio. poi c'è la
> passeggiata, la scarpinata breve, la corsa dei bambini... oltre 2000
> persone cui badare

Io non l'ho mai toccata con mano, se non aver fatto il "garzone" in un
paio d'occasioni, ma il nostro presidente racconta spesso le cose che hai
scritto, tant'e' che, proprio da quest'anno ha detto basta ed ha rinunciato
a fare la mezza per passare ad una 12km piu' controllata, un po' piu' fuori dal
paese perche' "tanto anche se siamo in 2000 in piazza la gente non viene
comunque"
e con meno *****i da dover gestire, ivi compresi i permessi in vari comuni,
autorizzazioni varie fino a gestire le mancanze li' per li' di volontari che
"dovevano esserci ma che per qualche motivo non si sono presentati" lasciando
pericolosamente scoperti alcuni incroci o ristori con una sola persona a
riepmire i bicchieri mentre passano centinaia di podisti assetati.
Poi c'e' tanto altro, compreso il fatto che il comune ti mette a disposizione le
transenne ma che tu devi andare a prendere, piazzare ed infine riportare.

> E niente, è bello correre, ma è bellissimo anche far correre la gente in
> sicurezza. Però correre è più bello ancora, devo dimagrire. ora vado ad
> allenarmi

Comunque bravo.
Ed e' proprio grazie alle persone come te, e non siete in pochi, che possiamo
******* ogni domenica, e non solo, in ogni dove.

--
https://www.youtube.com/user/natalinobalasso/featured
Gert dal pozzo 25 Feb 2016 15:43
VonKappel <passaportirapidi@leleoriali.org> ha scritto:

> fino a gestire le mancanze li' per li' di volontari che
> "dovevano esserci ma che per qualche motivo non si sono presentati"

grazie a tutti

a proposito della frase che citi, mi ricordo che una dozzina d'anni fa, alla
prima edizione
della gara, io coordinavo i gruppi di ******* civile che avevamo ingaggiato
(AKA:
controllavo che non facessero bischerate)
un podista un pò svampito di un gruppo subito dietro i primi invece di seguire
le frecce e
andare dritto pensò bene di girare a destra, e una ventina di altri dietro a
seguirlo.. in
tutto fecero 25km
ovviamente l'addetto all'incrocio - della P.C, obviously- non fece nulla
per fortuna un nostro volontario esperto rimediò subito, ma uno sbaglio di
percorso alla prima
edizione non è un buon viatico. per fortuna non ci abbattemmo e andammo avanti
ora siamo un pò in pensiero, perchè nonostante i tanti complimenti la FIDAL ha
deciso di
rompere i cosiddetti a noi poveri UISP - ché in Toscana dettiamo noi la legge,
cioè facciamo
anche il loro lavoro - spero sia possibile andare avanti ...
VonKappel 25 Feb 2016 16:16
Gert dal pozzo,

> VonKappel <passaportirapidi@leleoriali.org> ha scritto:
>
>> fino a gestire le mancanze li' per li' di volontari che
>> "dovevano esserci ma che per qualche motivo non si sono presentati"
>
> grazie a tutti
>
> a proposito della frase che citi, mi ricordo che una dozzina d'anni fa, alla
prima edizione
> della gara, io coordinavo i gruppi di ******* civile che avevamo ingaggiato
(AKA:
> controllavo che non facessero bischerate)
> un podista un pò svampito di un gruppo subito dietro i primi invece di
seguire le frecce e
> andare dritto pensò bene di girare a destra, e una ventina di altri dietro a
seguirlo.. in
> tutto fecero 25km
> ovviamente l'addetto all'incrocio - della P.C, obviously- non fece nulla
> per fortuna un nostro volontario esperto rimediò subito, ma uno sbaglio di
percorso alla prima
> edizione non è un buon viatico. per fortuna non ci abbattemmo e andammo
avanti

Questa cosa succede "quasi" sempre anche da noi, ossia se non metti un
volontario
ad un incrocio, anche se presidiato delle varie forze locali, potrebbero esserci
delle sorprese; loro, in fondo, non sono tenuti a dare indicazioni sul percordo
ma a regolare il traffico e/o a occuparsi della sicurezza in generale.

> ora siamo un pò in pensiero, perchè nonostante i tanti complimenti la FIDAL
ha deciso di
> rompere i cosiddetti a noi poveri UISP - ché in Toscana dettiamo noi la
legge, cioè facciamo
> anche il loro lavoro - spero sia possibile andare avanti ...

Ahia, qui oarli una ferita appena aperta e molto viva, e per certi aspetti
controversa.
Anche qui in Emilia Romagna la UISP non scherza. A tal proposito incollo qui un
breve pezzo apparso su modenacorre.it ad opera di un certo "Mac".

A proposito di Fidal, Uisp ed EPS
lunedì 22 febbraio 2016

Il momento è "catartico".. per i rapporti fra Fidal ed EPS (enti promozione
sportiva;
da noi, Uisp, Csi ed Aics). Penso sia interessante fare alcune considerazioni
sui
numeri, almeno di quelli di cui disponiamo che sono quelli della Uisp, forniti
dall'amico Christian Mainini; ben volentieri li integreremo con quelli degli
altri
EPS se riterranno utile comunicarceli.
Il totale dei tesserati Uisp Lega Atletica è 47.372; nella nostra regione i
tesserati Uisp sono 12.005 (un quarto della "popolazione nazionale").
L'anno scorso nello stesso periodo le tessere erano 10.738.
Ed ecco anche il dettaglio per singolo comitato, in rigoroso ordine alfabetico:
· Bassa Romagna = 748
· Bologna = 2175
· Ferrara = 1165
· Forlì - Cesena = 762
· Imola - Faenza = 279
· Modena = 2530
· Parma = 710
· Piacenza = 216
· Ravenna = 820
· Reggio Emilia = 2021
· Rimini = 579
Mi sembrano dati molto interessanti, con cui "fare i conti"..

--
https://www.youtube.com/user/natalinobalasso/featured
Gert dal pozzo 25 Feb 2016 21:39
Il 25 Feb 2016 15:16:51 GMT, VonKappel ha scritto:


> Questa cosa succede "quasi" sempre anche da noi, ossia se non metti un
volontario
> ad un incrocio, anche se presidiato delle varie forze locali, potrebbero
esserci
> delle sorprese; loro, in fondo, non sono tenuti a dare indicazioni sul
percordo
> ma a regolare il traffico e/o a occuparsi della sicurezza in generale.

vero. infatti dalla seconda edizione utilizzammo una strategia che scarica
sui concorrenti ogni responsabilità e permette ai volontari di pensare solo
al traffico: riga colorata in terra!

> Mi sembrano dati molto interessanti, con cui "fare i conti"..

anche la Fidal si fai conti, e sogna di tesserarli con le runcard e
incassare una grossa cifra
boh, spero nelle fortissime aderenze della UISP e degli altri EPS coi
salotti del potere
adamski 14 Mar 2016 09:41
Il giorno lunedì 22 febbraio 2016 13:27:57 UTC+1, Gert dal pozzo ha scritto:

> Ci sono tante cose in una gara, di cui non si usufruisce mai, di cui
> non ci accorgiamo... finchè non servono a qualcuno

Visto che non lo dici tu, ci penso io:

"Quindi, pezzenti che vi intrufolate senza pettorale nelle gare, vergognatevi".
Gert dal pozzo 14 Mar 2016 13:38
adamski <alessandroguerra@gmail.com> ha scritto:

> "Quindi, pezzenti che vi intrufolate senza pettorale nelle gare,
vergognatevi".

oh, quelli ci sono eccome, i fotografi ne han beccati un paio e s*****ati
su facebook.
ti dirò... se non usufruissero di ristori e altri servizi, avrei anche
poco da dirgli. quattro paroline invece li avrei - li ho anche tra i miei
amici - per quelli che si lamentano di tutto nelle gare

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

L'atletica leggera vista dagli appassionati | Tutti i gruppi | it.sport.atletica | Notizie e discussioni atletica | Atletica Mobile | Servizio di consultazione news.