L'atletica leggera vista dagli appassionati
 

Una vicenda che chiarisce alcune prassi doping

Gert dal pozzo 8 Mar 2016 18:03
e cioè che ci si riempie di farmaci da malati pur essendo sani. dopo che
qualcuno ha scoperto che fanno aumentare le prestazioni degli atleti
sani

http://www.ilpost.it/2016/03/07/maria-sharapova-positiva-test-
antidoping/

Maria Sharapova, una delle tenniste più forti e famose del mondo, oggi
numero 7 nella classifica WTA, ha detto in una conferenza stampa a Los
Angeles di non aver superato un test antidoping che le era stato fatto a
gennaio, durante il torneo degli Australian Open di Melbourne e di aver
ricevuto la notizia qualche giorno fa dalla Federazione internazionale
di tennis. Sharapova è risultata positiva al Meldonium, un farmaco usato
per problemi cardiaci ma che dal primo gennaio 2016 è stato inserito
nella lista internazionale delle sostanze dopanti perché migliora il
metabolismo e la resistenza. Sharapova ha detto «prendo questo
medicinale da dieci anni ma dal primo gennaio è diventata una sostanza
proibita, cosa che non sapevo» e si è assunta la piena responsabilità
dell’errore, spiegando di aver ricevuto a dicembre una mail dall’Agenzia
mondiale antidoping con un link che rimandava all’elenco delle sostanze
proibite, e di non averlo aperto allora. Il test in questione è stato
fatto a Sharapova il 26 gennaio, giorno in cui agli Australian Open ha
giocato e perso i quarti di finale con Serena Williams.

«Negli ultimi dieci anni il mio medico di famiglia mi ha somministrato
una medicina chiamata mildronato e qualche giorno fa ho ricevuto la
lettera della Federazione internazionale di tennis e ho scoperto che
aveva anche un altro nome, meldonium, cosa che non sapevo». «Ho fatto un
errore enorme. Non voglio concludere così la mia carriera e spero di
avere un’altra opportunità di giocare»·
Sharapova è russa ha 28 anni, ha vinto cinque Grand Slam (i 4 tornei più
importanti del tennis): l’ultimo è il Roland Garros di Parigi, nel 2014.
Al momento la Federazione del tennis le ha imposto una squalifica che
sarà in vigore a partire dal 14 marzo e fino al termine delle nuove
indagini che verranno portate avanti. Sharapova rischia una lunga
squalifica ma potrebbe anche provare ad ottenere un’esenzione
retroattiva per motivi medici dal divieto di assunzione del Meldonium,
se riuscisse a dimostrare di averlo usato per valide ragioni
terapeutiche. Diversi giornali hanno scritto che ta i diversi problemi
fisici di Sharapova di cui si è a conoscenza a nessuno risulta un
problema compatibile con l’uso del Meldonium. Secondo le linee guida
della WADA, l’agenzia anti doping mondiale, Sharapova rischia fino a 4
anni fi squalifica. Non è raro tuttavia che le squalifiche vengano
ridotte dopo essere state decise.
Sharapova è una delle tenniste più famose e negli ultimi 11 anni è stata
l’atleta donna più pagata al mondo. Dopo l’annuncio di ieri il suo
sponsor principale Nike ha detto di aver interrotto precauzionalmente il
suo rapporto con Sharapova in attesa di nuove indagini e chiarimenti.
Pagliotz dal lavoro 8 Mar 2016 18:55
> e cioè che ci si riempie di farmaci da malati pur essendo sani. dopo che
> qualcuno ha scoperto che fanno aumentare le prestazioni degli atleti
> sani


Francamente non vedo il problema: prima era permesso, e da Gennaio no.
Il controlo è stato fatto a Gennaio.

Mi pare b*****e dire che sia un errore/svista così stupida, che dire che
non si crede alla buona fede della Shara sia lesivo della propria
intelligenza...

Pagliotz.

--
"Non c'è gusto, in Italia, ad essere intelligenti"
(Roberto "Freak" Antoni)
VonKappel 8 Mar 2016 19:11
Pagliotz dal lavoro,

>> e cioè che ci si riempie di farmaci da malati pur essendo sani. dopo che
qualcuno ha scoperto che fanno aumentare
>> le prestazioni degli atleti sani
>
>
> Francamente non vedo il problema: prima era permesso, e da Gennaio no. Il
controlo è stato fatto a Gennaio.

E ora beccheranno a vagonate
http://www.atleticalive.it/25042/meldonium-il-doping-del-momento-trovato-a-aregawi-negesse-e-sharapova/

> Mi pare b*****e dire che sia un errore/svista così stupida, che dire che non
si crede alla buona fede della Shara sia
> lesivo della propria intelligenza...

Non afferro il tuo pensiero, giuro.

--
https://www.youtube.com/user/natalinobalasso/featured
Gert dal pozzo 8 Mar 2016 19:25
Il 8 Mar 2016 18:11:00 GMT, VonKappel ha scritto:

>> Mi pare b*****e dire che sia un errore/svista così stupida, che dire che non
si crede alla buona fede della Shara sia
>> lesivo della propria intelligenza...
>
> Non afferro il tuo pensiero, giuro.

nemmeno io
non condanno nessuno, però se prima non era doping ed adesso lo è , allora
è doping. e verrà squalificata pesantemente. penso un paio d'anni, ed è
giusto così
megaMAX 8 Mar 2016 21:03
On 08/03/2016 18:55, Pagliotz dal lavoro wrote:
>> e cioè che ci si riempie di farmaci da malati pur essendo sani. dopo
>> che qualcuno ha scoperto che fanno aumentare le prestazioni degli
>> atleti sani
>
>
> Francamente non vedo il problema: prima era permesso, e da Gennaio no.
> Il controlo è stato fatto a Gennaio.
>
> Mi pare b*****e dire che sia un errore/svista così stupida, che dire che
> non si crede alla buona fede della Shara sia lesivo della propria
> intelligenza...

Ma pensa te!!! Non è che era permesso: non era ESPRESSAMENTE vietato. Ma
tutte le sostanze che aumentano la performance artificialmente sono
potenzialmente doping.

Non è certo stupida ed è ridicolo pensare che una multimiliardaria non
sia più che aggiornatissima, ma che sia in cattivissima fede è certo al
1000000000%. Semplicemente, è probabile i lavanti, diuretici etc. non
hanno funzionato bene.


--
"...riesco ad andare al mio passo, e posso correre piu' rilassato.Premo
il tasto del pilota automatico, programmato nel mio cervello da millenni
di perfetta evoluzione e da qualche mese di imperfetto allenamento" (Mau)
Jk 9 Mar 2016 10:15
Il 08/03/2016 21.03, megaMAX ha scritto:

> Ma pensa te!!! Non è che era permesso: non era ESPRESSAMENTE vietato. Ma
> tutte le sostanze che aumentano la performance artificialmente sono
> potenzialmente doping.

uhm... un po eccessivo detto così.

> Non è certo stupida ed è ridicolo pensare che una multimiliardaria non
> sia più che aggiornatissima, ma che sia in cattivissima fede è certo al
> 1000000000%. Semplicemente, è probabile i lavanti, diuretici etc. non
> hanno funzionato bene.

quoto!
Pagliotz 9 Mar 2016 14:55
Il 08/03/16 19:25, Gert dal pozzo ha scritto:

>> Non afferro il tuo pensiero, giuro.
>
> nemmeno io
> non condanno nessuno, però se prima non era doping ed adesso lo è , allora
> è doping. e verrà squalificata pesantemente. penso un paio d'anni, ed è
> giusto così


Mi spiego: io sono portato naturalmente a pensare che sia un errore
veniale. Se prendo un farmaco che NON ERA VIETATO per 10 anni (belin, 10
anni, mica una settimana), e ad un certo punto diventa vietato,
onestamente non vado a pensare che abbia continuato a prenderlo sperando
che non la becchino! Sarebbe troppo stupido. Propendo per una svista o
mala-informazione da parte di chi la segue e/o dal suo dottore.

Oh, poi giustamente verrà squalificata, ******* suoi e di chi la segue che
non si è informato in maniera corretta, però consentitemi di
giustificarla comunque moralmente.

Pagliotz.
Pagliotz 9 Mar 2016 14:59
Il 08/03/16 21:03, megaMAX ha scritto:

> Ma pensa te!!! Non è che era permesso: non era ESPRESSAMENTE vietato.

Quindi era permessa (se l'italiano non è un opinione, eh).



> Non è certo stupida ed è ridicolo pensare che una multimiliardaria non
> sia più che aggiornatissima, ma che sia in cattivissima fede è certo al
> 1000000000%. Semplicemente, è probabile i lavanti, diuretici etc. non
> hanno funzionato bene.


Lo stai dicendo tu A ME, che sono un notorio giustizialista in ambito
doping??? :-D :-D :-D

Ripeto, se avesse iniziato a prenderla a fine dicembre e non 10 anni fa,
sarei d'accordo in toto con te. Come è in realtà però no. Le concedo il
beneficio del dubbio.

Pagliotz.
Jk 9 Mar 2016 16:00
Il 09/03/2016 14.55, Pagliotz ha scritto:

> che non la becchino! Sarebbe troppo stupido. Propendo per una svista o

Rasoio di Occam!

> mala-informazione da parte di chi la segue e/o dal suo dottore.
>
> Oh, poi giustamente verrà squalificata, ******* suoi e di chi la segue che
> non si è informato in maniera corretta, però consentitemi di
> giustificarla comunque moralmente.

al rogo!
anzi, pena ******* Mandatemela che la prendo a penate! :-D
megaMAX 10 Mar 2016 00:58
On 09/03/2016 14:59, Pagliotz wrote:
> Il 08/03/16 21:03, megaMAX ha scritto:
>
>> Ma pensa te!!! Non è che era permesso: non era ESPRESSAMENTE vietato.
>
> Quindi era permessa (se l'italiano non è un opinione, eh).
>

Ma no proprio. Nel campo legale, non si parla italiano o inglese, ma una
******* diversa. Non è affatto vero che ciò che non è vietato è permesso:
ci sono sostanze sotto osservazione, sostanze esplicitamente proibite,
sostanze chimicamente o metabolicamente simili a quelle vietate e quindi
di per sé vietate anche se non ancora scoperte o vietate, e via
discorrendo. Leggiti le guide WADA, USADA etc. e vedrai che non sono
necessariamente esaustive. La ricerca del doping è sempre
all'avanguardia e spesso avanti a quella dell'antidoping.

Gli "Activators of the AMP-activated protein kinase" sono sempre stati
vietati, anche gli anni prima, il fatto che il Meldonium non fosse
listato nelle sostanze proibite non vuol dire che fosse permesso. Altro
discorso è dire che fino al 2015 non era punito, ma è molto diverso dal
dire che fosse consentito.

Ci sono cose che sono vietate solo se usate in un certo modo: puoi
allenarti e permanere in montagna quanto ti pare, ma non in una tenda
ipossica. L'effetto è identico, ma le tende ipossiche in Italia sono
vietate, altrove no. Quindi se ti beccano con gli effetti dell'ipossia
nel sangue non possono dirti niente, potrebbe essere altura o tenda, se
ti beccano con la tenda in camera come al Giro d'Italia sei out.

> Lo stai dicendo tu A ME, che sono un notorio giustizialista in ambito
> doping??? :-D :-D :-D
>
> Ripeto, se avesse iniziato a prenderla a fine dicembre e non 10 anni fa,
> sarei d'accordo in toto con te. Come è in realtà però no. Le concedo il
> beneficio del dubbio.

Per me nessun beneficio del dubbio, per 10 anni ha approfittato della
lacuna legislativa per doparsi tranquillamente senza essere beccata. Il
fatto che magari altri 99 su 100 abbiano fatto uguale, non cambia il
concetto. Migliora le performance, lei lo sapeva benissimo e lo prendeva
apposta per quello. Almeno noi non pigliamoci per il *******


--
"...riesco ad andare al mio passo, e posso correre piu' rilassato.Premo
il tasto del pilota automatico, programmato nel mio cervello da millenni
di perfetta evoluzione e da qualche mese di imperfetto allenamento" (Mau)
megaMAX 10 Mar 2016 01:05
On 09/03/2016 10:15, Jk wrote:
> Il 08/03/2016 21.03, megaMAX ha scritto:
>
>> Ma pensa te!!! Non è che era permesso: non era ESPRESSAMENTE vietato. Ma
>> tutte le sostanze che aumentano la performance artificialmente sono
>> potenzialmente doping.

Possono non esserlo solo temporaneamente perché non ancora scoperte o
non ancora catalogate o non ancora proibite. Ma di fatto SONO doping, al
massimo non esiste ancora una pena per chi viene beccato. Ma stai sicuro
che, magari in ritardo di 10 anni come in questo caso, appena si capisce
che un farmaco dà miglioramenti, verrà vietato.

Ripeto: non confondiamo la velocità di aggiornamento delle liste
proibite con il concetto di dopimg. TUTTO QUELLO CHE AUMENTA LE
PRESTAZIONI O NE MASCHERA L'USO, E' DOPING.

In particolare, per la legge italiana:

"costituiscono doping la somministrazione o l’assunzione di farmaci o di
sostanze farmacologicamente attive e l’adozione o la sottoposizione a
pratiche terapeutiche, non giustificate da condizioni patologiche ed
idonee a modificare:

- le condizioni biologiche dell’organismo al fine di migliorare le
prestazioni agonistiche degli atleti;

- i risultati dei controlli sull’uso dei farmaci, delle sostanze e
delle pratiche suddette"

Tutte le sostanze che aumentano le prestazioni, anche quelle non ancora
scoperte e future, anche quelle che non saranno mai scoperte e vietate,
sono doping. Semplicemente, al massimo, manca ancora la punizione adeguata.


--
"...riesco ad andare al mio passo, e posso correre piu' rilassato.Premo
il tasto del pilota automatico, programmato nel mio cervello da millenni
di perfetta evoluzione e da qualche mese di imperfetto allenamento" (Mau)
Pagliotz dal lavoro 10 Mar 2016 09:46
> il fatto che il Meldonium non fosse listato
> nelle sostanze proibite non vuol dire che fosse permesso. Altro discorso è
> dire che fino al 2015 non era punito, ma è molto diverso dal dire che fosse
> consentito.


Parliamoci chiaro, fai chiarezza, non ci vuole molto: era
consentito/vietato oppure no?

Pagliotz

--
"Non c'è gusto, in Italia, ad essere intelligenti"
(Roberto "Freak" Antoni)
Pagliotz dal lavoro 10 Mar 2016 09:48
>> il fatto che il Meldonium non fosse listato nelle sostanze proibite non
>> vuol dire che fosse permesso. Altro discorso è dire che fino al 2015 non
>> era punito, ma è molto diverso dal dire che fosse consentito.
>
>
> Parliamoci chiaro, fai chiarezza, non ci vuole molto: era consentito/vietato
> oppure no?


Vabbé: era vietato, oppure no? Era consentito oppure no? NOn c'è molto
da discutere qui.

--
"Non c'è gusto, in Italia, ad essere intelligenti"
(Roberto "Freak" Antoni)
Usodimare 10 Mar 2016 10:15
Il 10/03/2016 09:48, Pagliotz dal lavoro ha scritto:

>
> Vabbé: era vietato, oppure no? Era consentito oppure no? NOn c'è molto
> da discutere qui.
>

Credo ci sia una bella confusione in giro.

Secondo la legge italiana qualunque farmaco che non serva a curare una
patologia e che incrementi le prestazioni e' doping. Il CIO ha un elenco
di sostanze permesse. Poi ci sono quelle vietate. Esiste dunque una
terra di mezzo nella quale pascolano, in maniera fraudolenta IMHO, molti
atleti.

Non dimentichiamo che la legge dello sport risponde all'etica in maniera
molto piu' diretta di quella civile/penale.

Vedremo cosa succede. Secondo me eticamente la Sharapova e' colpevole, e
se non fosse una gran ******* l'avrebbero gia' massacrata :).

Giuseppe
megaMAX 10 Mar 2016 10:26
On 10/03/2016 10:15, Usodimare wrote:

> Secondo la legge italiana qualunque farmaco che non serva a curare una
> patologia e che incrementi le prestazioni e' doping. Il CIO ha un elenco
> di sostanze permesse. Poi ci sono quelle vietate. Esiste dunque una
> terra di mezzo nella quale pascolano, in maniera fraudolenta IMHO, molti
> atleti.

Infatti

> Vedremo cosa succede. Secondo me eticamente la Sharapova e' colpevole, e
> se non fosse una gran ******* l'avrebbero gia' massacrata :).

D'accordissimo :D :D


--
"...riesco ad andare al mio passo, e posso correre piu' rilassato.Premo
il tasto del pilota automatico, programmato nel mio cervello da millenni
di perfetta evoluzione e da qualche mese di imperfetto allenamento" (Mau)
Pagliotz dal lavoro 10 Mar 2016 10:51
> Credo ci sia una bella confusione in giro.

Ma proprio no.


> Secondo la legge italiana qualunque farmaco che non serva a curare una
> patologia e che incrementi le prestazioni e' doping.

Nello specifico, il farmaco della tennista cura una patologia eccome.


> Il CIO ha un elenco di
> sostanze permesse. Poi ci sono quelle vietate.

Quindi si torna alla mia domanda: era vietata? No. Quindi è permessa.
Non è che sci sia tanto da discutere.
Poi l'anno vietata, e l'hanno trovata nel suo sangue/pipì. Beccata, con
squalifica giusta. Qual è il problema?

> Esiste dunque una terra di
> mezzo nella quale pascolano, in maniera fraudolenta IMHO, molti atleti.

Io non vedo terre di mezzo. Una sostanza è vietata oppure no. Punto.

Pagliotz.

--
"Non c'è gusto, in Italia, ad essere intelligenti"
(Roberto "Freak" Antoni)
Jk 10 Mar 2016 11:13
Il 10/03/2016 1.05, megaMAX ha scritto:

> In particolare, per la legge italiana:

in particolare quella è una vaccata buona per ingrassare il meccanismo
perverso dove tutto è grigio.
Devi DIMOSTRARMI che io ho preso l' aspirina troppo spesso e solo a fini
doping.
E' una *****ata e infatti il CIO usa un sistema pragmatico.
Si attenziona una molecola, si monitora e si guarda quanto se ne abusa e
i rischi.
Il caffè è doping? La valeriana è doping?
Se vado a fare una gara di tiro dopo aver mangiato 300gr di valeriana
sono dopato?
lascia che le regole le facciano quelli che se ne intendono, che non
sono i legislatori italiani!
cmq Sharapova è dopata, punto. Dal 1° gennaio.
Jk 10 Mar 2016 11:13
Il 10/03/2016 10.51, Pagliotz dal lavoro ha scritto:

> Io non vedo terre di mezzo. Una sostanza è vietata oppure no. Punto.

Amen.
anche xkè dire "incrementa" le prestazioni è una affermazione che deve
essere dimostrata. Figuratevi che è stato difficile farlo con sostanze
tipo la Creatina che è evidente a tutti che le incrementa, se dobbiamo
ragionare con questo crisma, come fai a dire "l' aspirina incrementa"
Doping è quello che il CIO dice che Doping è, punto.
Il caffè a me aumenta le prestazioni...
Mauro Casini 10 Mar 2016 11:43
Pagliotz dal lavoro <the.president ******* fun.club> writes:

> Vabbé: era vietato, oppure no? Era consentito oppure no? NOn c'è molto
> da discutere qui.

È semplice: non è consentito usare medicinali per aumentare le
prestazioni. Per applicare questa semplice regola serve una lista di
sostanze (o categorie di sostanze) proibite.

Il problema è che i disonesti sono sempre alla ricerca di nuove sostanze
non ancora esplicamente inserite nella lista o non ancora rilevabili dai
test, e l'antidoping "insegue" arrivando sempre dopo.

Quelli che cercano nuovi modi di doparrsi per fregare l'antidoping e gli
atleti onesti e per un po' riescono a farla franca, come li consideri:
povere vittime sfortunate o grandissimi *******

E quando finalmente vengono beccati (per aver preso un medicinale
già esplicitamente vietato, non per averlo preso negli anni precedenti)
c'è proprio bisogno di difenderli e giustificarli? Il cattivo è
l'antidoping che si aggiorna e non li lascia continuare a doparsi in
pace?

ciao,
Mauro
megaMAX 10 Mar 2016 14:02
On 10/03/2016 10:51, Pagliotz dal lavoro wrote:
> Nello specifico, il farmaco della tennista cura una patologia eccome.

Patologia, certo. Come ha detto Gert nel post iniziale: gli atleti
prendono montagne di farmaci da malati, pur non essendolo. Basta un
medico compiacente. Asma? Ventolin? ROTFL.

O a fare sport ci si ammala e tocca dipendere dai farmaci, o lo sport fa
male, o qualcosa non va. Ma si sa. Basta non fare gli struzzi o
difendersi dietro una lista in continuo aggiornamento, almeno tra di noi
eh...



--
"...riesco ad andare al mio passo, e posso correre piu' rilassato.Premo
il tasto del pilota automatico, programmato nel mio cervello da millenni
di perfetta evoluzione e da qualche mese di imperfetto allenamento" (Mau)
Gert dal pozzo 10 Mar 2016 14:50
Mauro *****i <mauro@iperbole.bologna.it> ha scritto:

> È semplice: non è consentito usare medicinali per aumentare le
> prestazioni. Per applicare questa semplice regola serve una lista di
> sostanze (o categorie di sostanze) proibite.


ho fatto questo post proprio per sottolineare quale sia la prassi del doping
oggi. è la terra di mezzo di ciò che non è doping adesso ma lo sarà domani.
un tempo era l'autoemotrasfusione, poi l'EPO e il GH, adesso questo

nulla di nuovo: la notizia sta nel fatto che tali pratiche continuano

cmq, magari non è chiarissimo e non tutti l'han capito, ma la sostanza è che
quello è doping se accertato dopo il 1 gennaio. prima non lo era



> E quando finalmente vengono beccati (per aver preso un medicinale
> già esplicitamente vietato, non per averlo preso negli anni precedenti)
> c'è proprio bisogno di difenderli e giustificarli?

beh solo i russi e qualche segaiolo che la idolatra la difendono ...
Usodimare 10 Mar 2016 16:13
Il 10/03/2016 11:43, Mauro *****i ha scritto:

> E quando finalmente vengono beccati (per aver preso un medicinale
> già esplicitamente vietato, non per averlo preso negli anni precedenti)
> c'è proprio bisogno di difenderli e giustificarli? Il cattivo è
> l'antidoping che si aggiorna e non li lascia continuare a doparsi in
> pace?

Quoto
Usodimare 10 Mar 2016 16:20
Il 10/03/2016 10:51, Pagliotz dal lavoro ha scritto:
>> Credo ci sia una bella confusione in giro.
>
> Ma proprio no.
>
>
>> Secondo la legge italiana qualunque farmaco che non serva a curare una
>> patologia e che incrementi le prestazioni e' doping.
>
> Nello specifico, il farmaco della tennista cura una patologia eccome.
>

Ehehehe, non giochiamo con le parole.

Il farmaco serve a curare una patologia, ma la tennista non aveva quella
patologia. Il senso della frase e' che il farmaco non deve servire
all'atleta, non in assoluto, che discorsi sono :)

Quindi secondo la legge italiana, se quel farmaco ha effetti sulle
prestazioni dell'atleta e' doping. Punto.

La diatriba nasce sul fatto che spesso non e' stato dimostrato, in
letteratura, che il farmaco ha effetto sulla prestazione. Ma a maggior
ragione il comportamento e' eticamente scorretto.

Se tu,atleta, allenatore, quel farmaco lo usi, lo fai per incrementare
le prestazioni, pucciando il biscotto nel fatto che ancora gli organi
ufficiali non l'hanno catalogato come tale. Quindi comunque una condotta
eticamente riprovevole.

Giuseppe
Gert dal pozzo 10 Mar 2016 17:24
Usodimare <Usodimare@maddeche.org> ha scritto:


> Quindi secondo la legge italiana, se quel farmaco ha effetti sulle
> prestazioni dell'atleta e' doping. Punto.

sì però questa cosa precisiamola

'per la legge italiana' significa che qualcuno deve dimostrare che l'atleta ha
chiesto
la complicità di un medico nel farsi prescrivere un farmaco per curare una
malattia
inesistente
assai difficile da dimostrare, praticamente impossibile se il farmaco non è
catalogato
come doping (perchè appunto nessuno lo va a cercare)

viceversa, se dal 1 gennaio il meldonium o come si chiama diventa vietato e
viene
rilevato dai laboratori antidoping, in ambito sportivo scatta una presunzione di

colpevolezza (l'atleta deve dimostrare di esser stato malato e di essersi
dimenticato
di comunicare ai medici WADA la patologia e la terapia)
in ambito del codice penale italiano, c'è sempre presunzione di innocente ma
potrebbero
scattare delle indagini e allora potrebbero essere ******* amari...
Usodimare 10 Mar 2016 17:31
Il 10/03/2016 17:24, Gert dal pozzo ha scritto:

> sì però questa cosa precisiamola
>
> 'per la legge italiana' significa che qualcuno deve dimostrare che l'atleta ha
chiesto
> la complicità di un medico nel farsi prescrivere un farmaco per curare una
malattia
> inesistente
> assai difficile da dimostrare, praticamente impossibile se il farmaco non è
catalogato
> come doping (perchè appunto nessuno lo va a cercare)

Beh, anche dimostrare l'esistenza di una malattia inesistente, a meno
che non vi sia una falsificazione sistematicamente pianificata, non
credo sia una cosa da poco.

Comunque, in ogni caso, a prescindere da quella che la legge riesce a
dimostrare si tratta comunque di un comportamento antisportivo ed
eticamente riprovevole.

Giuseppe
Gert dal pozzo 10 Mar 2016 22:30
Il Thu, 10 Mar 2016 17:31:38 +0100, Usodimare ha scritto:

> Beh, anche dimostrare l'esistenza di una malattia inesistente, a meno
> che non vi sia una falsificazione sistematicamente pianificata, non
> credo sia una cosa da poco.

eh ma in ambito penale l'onore della prova è dell'accusa
per questo nessun ciclista con l'asma o tennista col diabete è mai andato
sul banco degli imputati

> Comunque, in ogni caso, a prescindere da quella che la legge riesce a
> dimostrare si tratta comunque di un comportamento antisportivo ed
> eticamente riprovevole.

certo!
Jk 11 Mar 2016 08:57
Il 10/03/2016 22.30, Gert dal pozzo ha scritto:

> eh ma in ambito penale l'onore della prova è dell'accusa
> per questo nessun ciclista con l'asma o tennista col diabete è mai andato
> sul banco degli imputati

a me hanno prescritto il salbutamolo per un paio di episodi di problemi
ai bronchi a seguito di una normalissima tosse.
Poi io non lo sopporto il salbutamolo ed ho smesso di usarlo
sostituendolo con altro che non so se sia nella black list (sulla conf
non c'è il "doping")
Per dire che se vogliamo, non è difficile: vai dal medico gli dici che
hai la sensazione di fiato corto e una confezione di salbutamolo te la
prescrive.
I ciclisti poi stanno sulla strada, in primavera, non è difficile che
qualcosa ce l'abbiano davvero
dannox@gmail.com 23 Mar 2016 20:00
Alcune sostanze per altro le usano per mascherarne delle altre

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

L'atletica leggera vista dagli appassionati | Tutti i gruppi | it.sport.atletica | Notizie e discussioni atletica | Atletica Mobile | Servizio di consultazione news.